Willy van der Kuijlen (PSV)

I Signori del Gol in Europa: i recordman dei massimi campionati (I-O)

Riprendiamo ad analizzare i recordman di gol nei massimi campionati europei. Dopo aver visto i bomber dall’Albania alla Grecia, passiamo all’altra parte dell’alfabeto occupandoci dell’area Inghilterra-Olanda. Buona lettura!

Inghilterra – Jimmy Greaves (Chelsea, Tottenham Hotspur, West Ham United) 357 reti. Talento precoce, il londinese Greaves mantiene saldamente il comando della classifica dei marcatori della massima serie inglese, tenendo conto anche del periodo precedente alla Premier League. La maggior parte delle segnature è avvenuta vestendo la maglia degli Spurs, con i quali ha vinto anche una Coppa delle Coppe. Greaves vanta anche una breve esperienza al Milan, dove nonostante le buone prestazioni non entrò nelle grazie del tecnico Nereo Rocco. Dopo il ritiro ebbe problemi di alcolismo che riuscì a risolvere, ma ora vive in precarie condizioni di salute a causa di un ictus.

Greaves ai tempi del Chelsea
Greaves ai tempi del Chelsea

Irlanda – Brendan Bradley (Derry Ciry, Finn Harps, Athlone Town, Sligo Rovers) 235 reti. Il miglior marcatore del campionato irlandese è un nordirlandese che ha esordito nel Derry City. Questa squadra si trova nel territorio del nord, ma per motivi religiosi da anni disputa il campionato dell’Eire. Bradley nel suo palmares vanta una Coppa d’Irlanda vinta con i Finn Harps e persino il campionato nordamericano (NASL) del 1976, conquistato in una comparsata nei Toronto Blizzard.

Bradley, gloria irlandese
Bradley, gloria irlandese

Irlanda del Nord – Jimmy Jones (Belfast Celtic, Glenavon, Portadown, Bangor, Newry Town) 332 reti. Attivo tra gli anni ’40 e ’60, Jones ha realizzato 269 reti con la maglia del Glenavon, ottenendo poca gloria internazionale oltre alle ingenti statistiche realizzative. Poco considerato dalla Nazionale nordirlandese, ha contribuito alla vittoria di tre IFA Premiership, le uniche vinte nella storia del suo Glenavon.

Il massiccio Jimmy Jones (1928-2014)
Il massiccio Jimmy Jones (1928-2014)

Israele – Alon Mizrahi (Bnei Yehuda, Hapoel Tel Aviv, Maccabi Haifa, Maccabi Tel Aviv, Ironi Hashdod, Beitar Gerusalemme, Hapoel Kfar Saba, Maccabi Ahi Nazaret, Hapoel Be’er Sheva),  207 reti. Praticamente ha giocato con metà delle squadre della massima serie israeliana! Scherzi a parte, oltre a essere il recordman del suo campionato è anche l’unico giocatore ad aver vinto due volte la classifica cannonieri della Coppa delle Coppe. Condivide questo record con il polacco Wlodzmierz Lubanski, altra macchina da gol che vinse l’oro olimpico nel 1972. Mizrahi invece ha vinto due campionati locali e fatto parte della Nazionale biancoblu dal 1992 al 2001.

Italia – Silvio Piola (Pro Vercelli, Lazio, Torino, Juventus, Novara), 274 reti. Non ha bisogno di presentazioni, vero? Campione del Mondo nel 1938, non ha mai vinto un campionato se non quello di Serie B a fine carriera: forse l’unico rimpianto di una carriera straordinaria. Ha giocato per molti anni in una Lazio forte ma non abbastanza, raggiungendo le torinesi in età oramai avanzata. Ma anche negli ultimi anni in Piemonte la sua media reti rimase ragguardevole.

Piola, sempiterno capocannoniere della Serie A
Piola, sempiterno capocannoniere della Serie A

Lettonia – Mihails Miholaps (Daugava Riga, Skonto Riga, Riga, Olimps Riga), 199 reti. Mattatore della Virsliga, ha contribuito al dominio dello Skonto Riga nel campionato lettone, dopo l’indipendenza del paese baltico avvenuta a seguito del crollo dell’URSS. Miholaps, cittadino russo fino al 1998, ha giocato a lungo anche con la Nazionale biancorossa, venendo convocato per Euro 2004. Non è mai sceso in campo, ma d’altronde in campo internazionale ha sempre segnato poco: appena due reti in 32 apparizioni. In Lettonia ha sempre giocato con squadre della capitale, all’estero vanta esperienze in Russia e Kazakistan. Nel 1998, ai tempi dello Skonto, siglò un gol in Champions League contro l’Inter, ma furono i nerazzurri a passare il turno dei preliminari.

Miholaps, a un passo dalle 200 reti nella massima serie lettone
Miholaps, a un passo dalle 200 reti nella massima serie lettone

Lituania – Remigijus Pocius (Kareda Siauliai, FBK Kaunas), 148 reti. Ha giocato veramente in una marea di squadre lituane, per questo abbiamo preferito riportare quelle dove ha vinto la classifica cannonieri. Ha vinto due Coppe del Baltico con la Nazionale lituana (1991 e 1992), segnando una rete in sette presenze. Nel 2001, già in avanti con gli anni, venne nominato miglior giocatore del campionato lituano.

Modavia – Vladimir Cosse (Tiligul Tiraspol), 131 reti. Anche lui può vantare un curriculum di squadre da far impallidire Nick Amoruso. Prevalentemente ha giocato nel Tiligul Tiraspol, distinguendosi anche nel campionato russo. Poche presenze in Nazionale ma una rete importante, realizzata su rigore il 16 aprile del 1994. La Moldavia, da poco indipendente, bloccò gli USA sull’1-1 in un’amichevole di preparazione ai Mondiali disputatasi a Jacksonville.

Norvegia – Sigurd Rushfeldt (Tromsoe, Rosenborg), 172 reti. Autentico mostro del gol nella Eliteserien, ha conteso a Brattbakk la palma di miglior bomber del campionato norvegese. Ma come Brattbakk, ha faticato ad imporsi in Nazionale, pur avendo disputato la Coppa del Mondo del 1994. La presenza di giocatori come Flo o Solskjaer lo ha messo un po’ in disparte. Aldilà dei successi con il migliore dei Rosenborg, “Siggi” ha tentato avventure all’estero con Racing Santander e Austria Vienna; gli è andata decisamente meglio la seconda, dove ha collezionato due titoli, tre coppe e due supercoppe austriache. Tornato nel Tromsoe, ha continuato a sfruttare la propria potenza per segnare parecchi gol anche alla soglia dei 40 anni.

"Siggi" Rushfeldt esulta, un gesto ripetuto centinaia di volte
“Siggi” Rushfeldt esulta, un gesto ripetuto centinaia di volte

Olanda – Willy van der Kuijlen (PSV Eindhoven, MVV Maastricht), 311 reti. Niente Cruijff, niente van Basten e niente van Persie: il massimo marcatore della Eredivisie è il meno conosciuto van der Kuijlen, attivo tra il 1964 e il 1982. Con il PSV ha vinto molto, anche una Coppa UEFA nel 1977-78. Si trattò del suo momento di maggior gloria, dato che nella finale di ritorno realizzò la rete del definitivo 3-0 nei confronti del Bastia. Van der Kuijlen ha segnato più di venti reti in campionato in ben nove occasioni, ma con i Tulipani ha giocato appena 22 partite senza venire mai convocato per un Mondiale o un Europeo.

Van der Kuijlen con la Coppa UEFA
Van der Kuijlen con la Coppa UEFA

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...